E’ in assoluto uno dei piatti più golosi, gustosi e tipici del territorio d’Abruzzo. Che sia in un agriturismo, ad una sagra o presso un ristorante stellato (che magari ne  presenterà una rivisitazione), il formaggio fritto non mancherà mai sulla tavola.

L’origine è presto detta: in una regione dove la pastorizia è stata cardine per secoli, la tradizione di cucinare il formaggio si perde nel corso dei tempi.

Potete provare a prepararlo anche voi, seguendo la ricetta che vi proponiamo.

Ingredienti per il formaggio fritto:

  • 1 kg circa di formaggio pecorino morbido (tipo “incerato”). A piacere, si può utilizzare anche formaggio vaccino, del tipo caciotta.
  • 2 uova
  • 300 gr. circa di farina
  • Sale
  • Acqua minerale frizzante freddissima
  • Olio per friggere (oppure olio e.v.o.)

Tagliare il formaggio in fette dello spessore di circa 6 mm.

In un terrina, sbattere le uova, aggiungere la farina a pioggia, un pizzico di sale e diluire con l’acqua frizzante.

La consistenza dell’impasto deve essere quella di una pastella piuttosto lenta.

Immergere le fette di formaggio nel composto.

In una padella, scaldare l’olio a fiamma moderata; quando avrà raggiunto la giusta temperatura, friggere il formaggio, facendo attenzione che diventi ben dorato.

Scolare e lasciare asciugare l’olio in eccesso su un foglio di carta-paglia.

Servire caldissimo…. se non è filante, non è formaggio fritto abruzzese!

Il Formaggio Fritto
5 (100%) 1 vote