Premio Teramo che Lavora 2015

0

Il Premio Teramo che Lavora, una serata indimenticabile, tra le star del mondo dello spettacolo e imprenditori dal calibro indiscutibile, il tutto accompagnato dall’ottima musica dell’Ensemble Accademy Quintetto d’Archi, dalle dolci melodie di Virginia Galliani, violinista dell’opera di Roma e del programma Rai Tre “Che Tempo che Fa” di Fabio Fazio e dalle spettacolari voci dei tre tenori italiani “The Great Italian Tenors”.

Eccellenze del mondo del lavoro che rappresentano un patrimonio umano territoriale; imprenditori che si sono distinti per il loro lungimirante agire, anticipando  cambiamenti ed evoluzioni del mercato; in prima linea nell’affrontare quotidianamente vitali e importanti decisioni; aziende che affrontano difficoltà, ma creano valore e ricchezza. Il Premio Teramo che Lavora celebra tutto ciò e molto di più; celebra la qualità e il multiforme impegno di coloro che sul mercato, sono arrivati ad essere i migliori. E’ il premio per un eccezionale patrimonio umano, eccellenze tutte italiane.

La serata, condotta da Amedeo Goria e Veronica Maya, è stata organizzata da Patrizio Panichi dell’associazione “Premio Teramo che Lavora”. La XIII edizione del Premio si è svolta sabato 18 aprile alle 21 al ristorante Sayonara di Tortoreto Lido sul lungomare Sirena. Dopo aver rotto il ghiaccio con le battute di Franco Guzzo del programma “La Sai L’Ultima” di Canale 5 e Laura Leo di Canale 5 e vincitrice del premio “Troisi”, i conduttori Goria e Maya hanno presentato gli imprenditori e le aziende, premiate dalla madrina della serata, l’attrice Anna Falchi.

La cantina dei Colli Ripani di Ripatransone è stata la prima azienda premiata. Si tratta di un’impresa che ha attraversato quasi mezzo secolo di storia con l’antica arte contadina; è rimasta fedele alla tradizione e alla genuinità. La cantina è nata nel 1977 dall’unione di un gruppo di aziende agricole. Ogni fase produttiva e di lavorazione è controllata in modo molto rigoroso.
Anche Vintage Luxury & Food di Roseto degli Abruzzi ha ritirato il Premio Teramo che Lavora. Si tratta di una giovane attività di ristorazione, nata con l’intento di offrire ai propri clienti un luogo accogliente dove il cibo trova il giusto connubio con il divertimento e la buona musica.
Premiato Marco Cassini, talentuoso attore e regista di Teramo, classe 1986. A 17 anni dirige il suo primo cortometraggio e inizia la preparazione artistica nella scuola teramana “Spazio Tre”. Finito il liceo, Marco Cassini viene ammesso al Centro Sperimentale di Cinematografia dove studia con insegnanti come Giancarlo Giannini. Ha partecipato a diverse produzioni quali Don Matteo 7, Un medico in famiglia 7, Fuoriclasse, Borgia e Faith and Fear.

E’ salito sul palco anche Giandomenico Di Sante amministratore e coordinatore di numerose attività imprenditoriali in Abruzzo nel settore degli arredamenti. Presidente della Banca dell’Adriatico, della Confcommercio della Regione Abruzzo, presidente della Confcommercio della Provincia di Teramo e presidente della Camera di Commercio di Teramo. È vice presidente regionale dell’UCID e consigliere della Fondazione Università degli Studi di Teramo. È stato vice presidente dell’Unione degli Industriali della Provincia di Teramo. È stato anche consigliere del Comune e della Provincia di Teramo. È Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana e Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro.
La C.i.m. Costruzioni Ingegneri Matricardi di Ascoli Piceno è stata un’altra azienda che ha ottenuto il riconoscimento del Premio Teramo che Lavora. E’ una società leader del Gruppo Matricardi presente nel campo dell’edilizia dal 1860. Si distingue per l’elevato livello di tecnologia e la qualità dei risultati.
Altra azienda premiata è stata la Mds Elettroimpianti di Maltignano che opera dal 1980 nel settore della progettazione e della costruzione di impianti tecnologici. La sua attività è focalizzata sullo sviluppo di nuove tecnologie nel settore del risparmio energetico e delle energie rinnovabili.

Altro premiato è stato lo Studio Radiologico D’archivio di Teramo. Nato nel 1997 quando un giovane medico ha acquistato il primo locale nei pressi della stazione ferroviaria di Giulianova. Oggi il gruppo è formato da diverse strutture anche a Teramo e Silvi Marini, con apparecchi sofisticati e personale specializzato.
Il Premio Teramo che Lavora è stato ricevuto anche dall’Istituto Alberghiero Di Poppa Rozzi di Teramo nato nel 1966, rappresenta una delle realtà scolastiche più importanti della Provincia e della Regione, in grado di soddisfare esigenze e richieste didattiche e formative del settore alberghiero-turistico-ricettivo.
Infine, ha ricevuto il premio la storica azienda Confetti Pelino di Sulmona, fondata nel lontano 1783. L’azienda guidata da Antonio Pelino, che ha ritirato il premio, si caratterizza per utilizzare solo ingredienti certificati di alto valore qualitativo con l’obiettivo di ottenere ottenere un prodotto d’eccellenza, bandiera del made in Italy nel mondo.

Serata di sicuro successo questa edizione 2015 del Premio Teramo che Lavora, che si è chiusa con rinnovato entusiasmo ed ricaricate energie degli organizzatori, già proiettati verso l’edizione del prossimo anno.

(foto: MyWay©)

Premio Teramo che Lavora 2015
Ti è piaciuto?
Share.

Leave A Reply

Visit Us On Facebook