Ristorante Font’Artana: la “Cucina Antica” di Antonio di Giovacchino

0

Le origini del  borgo di Picciano (PE) si perdono nella storia, alcune testimonianze le fanno risalire intorno all’anno 1000 e il nome, secondo la leggenda , sarebbe riconducibile alla presenza di un gruppo di pastori dediti al culto della Dea Pithia (dea che curava gli effetti del morso dei serpenti).

Ristorante Font'Artana Picciano Abruzzo
Addentrandosi nel borgo, in posizione centrale e perfettamente inserito nell’architettura del luogo, è possibile trovare il Ristorante Font’Artana dello chef Antonio Di Giovacchino, membro del consorzio di ristoratori Qualità Abruzzo.

Sul finire dell’estate decidiamo di fargli visita per scoprire insieme le prelibatezze del menù di tipicità abruzzesi. L’ambiente è familiare ed accogliente e Antonio Di Giovacchino ci accoglie con la cordialità riservata agli amici.
Prendiamo posto in una delle sale interne, in prossimità dell’incantevole veranda da cui ci arriva una piacevole frescura, che ci ricorda che siamo in collina (Picciano si trova 153 m s.l.m). Approfittiamo per godere del paesaggio che si apre davanti a noi, svelandoci in lontananza la costa adriatica. Volendo è possibile fermarsi anche per pernottare nelle tre stanze e una suite che il Font’Artana mette a disposizione degli ospiti, presso l’annesso B&B Don Pasquale.

Ristorante Font'Artana Picciano Abruzzo

Il borgo di Picciano (PE) -Montepulciano d’Abruzzo Cocciapazza –Torre dei Beati – Antipasto con selezione di formaggi e salumi nostrani

Mentre ci godiamo un Montepulciano d’Abruzzo Cocciapazza –Torre dei Beati, scorriamo con lo sguardo il menù e l’elenco dei piatti ci avvisa subito che siamo in un ristorante tipico con cucina del territorio e prodotti che ruotano in base alle stagioni. Chiediamo consiglio allo chef per affrontare con sicurezza un viaggio tra i sapori della cucina abruzzese.

Apriamo con una serie di antipasti caldi e freddi, che richiamano i sapori decisi della tradizione contadina.  Il primo è una selezione di formaggi freschi e stagionati, miele e confettura, pera, prugna e salumi nostrani.

A seguire pizzelline, uova e peperoni fritti, faggiolini e patate in crosta. Quindi porzione di melanzane alla pizzaiola con, specialità del Fontartana, fico al forno con caprino e noci. Chiudiamo con un’altra specialità dello chef Di Giovacchino, orzotto al basilico accompagnato da spianata croccante di mais con crema di ceci.

Ristorante Font'Artana Picciano Abruzzo

Pizzelline – Uova e Peperoni fritti – Faggiolini e patate in crosta

E’ la volta del primo che Antonio Di Giovacchino ha selezionato per noi, Strapizzoni con sugo bianco di capra, piatto essenziale e dal sapore squisitamente deciso, testimonianza di una terra dove la pastorizia ha una lunga tradizione.

Ristorante Font'Artana Picciano Abruzzo

Melanzane alla pizzaiola con Fico al forno con caprino e noci – Orzotto al basilico – Spianata croccante di mais con crema di ceci

Chiudiamo con il Tonno di coniglio con erbette, un piatto fresco e titpicamente estivo, che preferiamo allo spiedone di castrato solo per la necessità di dover fare una scelta.
Sorseggiamo il nostro Montepulciano, mentre attendiamo il dolce, pannacotta alle amarene nostrane di produzione propria.

Ristorante Font'Artana Picciano Abruzzo

Strapizzoni con sugo bianco di capra – Tonno di coniglio – Panna cotta alle amarene

A fine cena ci raggiunge nuovamente lo chef Antonio di Giovacchino e, in compagnia di un bicchiere di genziana, ci spostiamo in veranda per scambiare due chiacchiere e godere del fresco della serata. Antonio ci parla della sua terra, ci racconta degli inizi, dell’amore per la cucina sbocciato piano piano, fino a coinvolgerlo totalmente e a diventare una grande passione, della scelta di restare a Picciano e di aprire il suo ristorante, il Font’Artana. Un’avventura che continua ancora oggi, con lo stesso entusiasmo degli inizi e nuovi progetti da realizzare.

Ristorante Font'Artana Picciano Abruzzo

Per chi decidesse di fare visita ad Antonio di Giovacchino, a sua moglie Cristina e la nonna Concetta, che lo affiancano in cucina, ricordiamo  che i piatti del menù variano a seconda del periodo, essendo preparati con ingredienti scelti e di produzione locale e seguendo rigorosamente la stagionalità delle materie prime.

Stu nome (Fonte Artana) archiama
favole, miti d’epoche lontane
quand’era na buscaie sti contrade.
La (Dea Artana) era na pastorella,
cresciuta che fu, siccome tanto bella
fu desugnata regina di contrada.
Purtaie sempre al collo nu talismano
scopre nghi quello la fontana
dove si disseta li pellegrini,
viatico pi lungo lu cammino.

 

Ristorante Font’Artana

Piazza Duca degli Abruzzi, 8 – Picciano (PE)
Info e Prenotazioni: 085.82.85.451
www.fontartana.itinfo@fontartana.it

Ristorante Font’Artana: la “Cucina Antica” di Antonio di Giovacchino
Ti è piaciuto?
Share.

Leave A Reply

Visit Us On Facebook