La Ciambotta. L’estate porta con sé tanto caldo, ci concede tanta frutta e soprattutto tante verdure buonissime e coloratissime, che ci permettono di preparare piatti freschi e veloci da gustare sia freddi che caldi.

La ciambotta ( o ciabotta, o anche ciabotto) è uno di questi.

Tipico di molte regioni del sud, questo piatto trae la sua origine dalla cucina povera. I contadini infatti lo portavano con loro durante le pesanti giornate di lavoro nei campi e la mangiavano a pranzo.

Può variare di zona in zona ma di base ha come ingredienti verdure come peperoni, pomodori, zucchine, patate, e cipolle. Mentre nelle altre regioni vengono fritte, nella ricetta abruzzese le verdure sono stufate.

Le nonne pescaresi raccontano che il nome di questo piatto derivi dal fatto che “abbotta” cioè che “riempie”. Difatti può essere considerato molto tranquillamente un piatto unico accompagnato spesso da pane abbrustolito. Una specie di “rataouille nostrano”. la ciambotta può, inoltre, essere definito  tutti gli effetti un piatto vegano.

Gli ingredienti per la ciambotta per 4 persone:

(Si considerino 100 gr per ogni verdura)

  • Carote
  • Fagiolini
  • Sedano
  • Patate
  • Zucchine
  • Peperoni
  • Cipolle
  • Pomodori
  • Sale q.b., Basilico q.b., Olio evo q.b.

Dopo aver lavato le verdure, tagliatele tutte a cubetti più o meno delle stesso spessore.

In una padella ampia soffriggete l’olio, fate sfrigolare la cipolla dolcemente fino a quando non è dorata, dopodiché aggiungete un pochino d’acqua calda per evitare di friggerla. Calate le verdure a mano a mano, aggiungendo ogni volta un po’ di sale e, nel caso abbiate la sensazione che stiano friggendo, aggiungete di nuovo piccole dosi di acqua calda.

Una volta inseriti tutti gli ingredienti, incoperchiate e fate cuocere a fuoco dolce per circa 40 minuti. Arrivati quasi a fine cottura, profumate il tutto con delle foglie di basilico e servite con pane abbrustolito e…

Buon appetito.

La Ciambotta (o ciabotta)
5 (100%) 2 votes