fbpx

Roseto degli Abruzzi è un comune di circa 25.500 abitanti affacciato sul mare Adriatico e compreso tra le foci dei fiumi Vomano e Tordino. Dopo il capoluogo, Roseto degli Abruzzi è il comune più popoloso della provincia, grazie anche all’elevato numero di frazioni. Il suo nome originario di Rosburgo fu presto abbandonato per l’evidente richiamo di sapori austriaci e tedeschi poco graditi ai militari italiani. Meglio la denominazione turistica di Lido delle Rose che rendeva onore alla moltitudine di giardini ricchi, appunto, di rose. Ma anche pini marittimi e palme arricchiscono lungomare e vie interne di un litorale elegante ed ampio.

Popolare nello sport che racconta della prima vittoria nel basket d’Italia contro la Russia nel 1976, come pure nella cinematografia per importanti rassegne che vedono la presenza di personaggi di rilievo. Degno di nota anche il Soundlabs festival, che ha consentito di ospitare in città i Simple Minds, Patti Smith, Afterhours ed altri simboli del rock internazionale.

Il nucleo originario medievale di Roseto è il borgo antico di Montepagano, sopra il colle che sovrasta la costa. La storia ci propone la chiesa di Santa Maria Assunta con pitture di Celommi ed il borgo di Montepagano con vicoli e scorci, oltre ad un invidiabile panorama sul mare. Qui, anche la chiesa dell’Annunziata del XVI secolo ed il suo meraviglioso campanile. Nel comune sono presenti strutture di vario tipo specializzate soprattutto nel settore turistico. Alberghi, campeggi, stabilimenti balneari, un porto turistico e le storiche gelaterie a suo tempo frequentate anche da Alberto Sordi presenti a ridosso dell’ampio litorale sabbioso.

Nel lungomare centrale è stato realizzato un tratto di pista ciclabile che dovrà essere collegato verso nord con la ciclabile di Cologna spiaggia e verso sud con quella di Scerne di Pineto. L’infrastruttura fa parte della poderosa “ciclovia Adriatica”. L’industria turistica rappresenta la principale risorsa economica di Roseto.

Il tessuto economico si arricchisce di molte realtà industriali nel campo farmaceutico ed alimentare. Rilevante la presenza di attività commerciali, da renderla appetibile anche per una passeggiata all’insegna dello shopping. Il cartellone delle manifestazioni è particolarmente ricco d’estate con il lungomare che si presta a sfilate di auto d’epoca e cortei folkloristici. Da non perdere una visita alle cantine di Mazzarosa ove è possibile ammirare le più grandi botti e tini di epoche remote.